Rili di diverso colore - post di satriani90 del 14 dic 2017, 18:47
Nuovo caridinaio da 30 litri appena avviato - post di satriani90 del 13 dic 2017, 08:54
Iniziamo!! - post di satriani90 del 13 dic 2017, 08:53
Caridinaio 30L - post di satriani90 del 12 dic 2017, 15:55
dosaggio Shrimplab NeoCaridina GH/KH+ Minerals - post di gianni.gt del 06 dic 2017, 22:15
Aiuto!!!! - post di satriani90 del 06 dic 2017, 22:02
substrato inerte - post di satriani90 del 04 dic 2017, 12:59
Fertilizzante Seachem - post di Vinx70 del 04 dic 2017, 11:47
neritine e caridine - post di satriani90 del 29 nov 2017, 19:50
il potassio aumenta la conducibilità?? - post di satriani90 del 29 nov 2017, 09:28
zucchine lesse - post di Salvo AoC del 28 nov 2017, 10:58
Accoppiamento di Caridine - post di Salvo AoC del 28 nov 2017, 04:44
Planarie? - post di Salvo AoC del 27 nov 2017, 04:31
protocollo easy life red cherry yellow - post di satriani90 del 19 nov 2017, 09:18
Progetto Sulawesi - post di vincenzoenzo del 18 nov 2017, 00:08
Inizio caridinaio - post di satriani90 del 15 nov 2017, 19:39
sabbia per dennerli - post di marcello del 12 nov 2017, 18:56
Vermetti bianchi hanno invaso la mia nuova vasca.. - post di satriani90 del 07 nov 2017, 17:07
Valori acqua - post di Mauro73 del 04 nov 2017, 00:48

Cambarellus patzcuarensis var. Orange (CPO)

scritto da Andrea Gaudio (aka tek86) il 14 settembre 2011


Esemplare di Andrea Gaudio - Foto di di Giovanni Paoletti

Nome comune | CPO

Nome scientifico | Cambarellus patzcuarensis var. Orange

Zona di Origine | Messico, Lago de Pátzcuaro

Dimensioni da adulte | 4 ~ 6 cm

Temperature ideali di allevamento | 15 ~ 26 °C

Valori dell'acqua | pH 6.5 ~ 9 - GH 6 ~ 18 - KH 4 ~ 9

La specie | Cambaride dalle piccole chele e dimensioni, con una colorazione arancione e bande o macchie marroni. Grazie alla selezione effettuata negli anni si è arrivati alla classica colorazione arancione, infatti questi cambaridi in natura hanno una colorazione marrone.

Riconoscere il sesso | La femmina ha dimensioni più grandi rispetto al maschio. Un altro modo per riconoscere il sesso negli esemplari adulti è quello di guardare i pleopodi, la femmina ha il primo paio di pleopodi flessibili a differenza del maschio che li ha rigidi.


Esemplare e foto di Andrea Gaudio

Allevamento | Allevare questi gamberi non presenta grandi difficoltà se non quella della sopravvivenza dei piccoli appena nati. Infatti i piccoli sono molto sensibili agli sbalzi di temperatura e ai cambiamenti dei valori dell’acqua. Si possono allevare in acquari da 30lt ma è sempre meglio usare acquari da 50lt in su. Il numero di gamberi che possiamo inserire in 50lt va dai 4 ai 6 esemplari (ci sono persone che ne tengono anche 10-12) per via della loro aggressività. Se gli esemplari inseriti sono troppi è possibile che si manifestino atti di cannibalismo. Non devono mai mancare nascondigli e devono essere sempre più numerosi dei gamberi, se ad esempio mettiamo 4 gamberi, dobbiamo tener presente di inserire almeno 6 nascondigli. Come nascondigli possiamo usare: grotte, legni, tubi in argilla o pvc (atossico) e fogliame. Questi cambaridi non recano problemi a piante, quindi è possibile allevarli anche in vasche molto piantumate.

Alimentazione | Possiamo usare mangimi appositi stando molto attenti ai valori, specialmente alle proteine che devono essere per la maggior parte vegetali.

Riproduzione | Raggiungono la maturità sessuale a 3-4 mesi . La femmina dopo la fecondazione sposta le uova tra i pleopodi . Il numero delle uova varia dalle 20 alle 60 in base all’età e alle dimensioni della femmina. Dopo 3-5 settimane i piccoli gamberi sono pronti per uscire dalle uova già formati. Nei primi giorni di vita si nutriranno di batteri e funghi, quindi è consigliabile avere una vasca ben matura. La convivenza dei piccoli con i genitori è possibile a patto che in vasca ci sia un gran numero di nascondigli.


Esemplare di Andrea Gaudio - Foto di di Giovanni Paoletti

Note | Mediamente in acquario vivono 18 mesi. Le femmine solitamente vivono un pò di più dei maschi.


Video tratto da YouTube


© Caridine.it

Copyright © 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016 Caridine.it
Tutte le immagini, i nomi, i loghi e i marchi utilizzati in questo sito sono Copyright e TM dei rispettivi proprietari.
Caridine.it - http://www.caridine.it - non e' legato in alcun modo con aziende e/o organizzazioni.
Questo sito web non rappresenta una testata giornalistica perche' viene aggiornato senza alcuna periodicita' fissa.
Non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.