non sei ancora iscritto al Forum di Caridine.it? cosa aspetti? clicca qui!
Consigli e pareri sull'allestimento delle vasche dedicate a Caridine e Neocaridine: i coinquilini, il fondo, le piante, l'illuminazione, la fertilizzazione.
post del 10 giu 2010, 22:44
già prima t avevo scritto che non sono un chimico,però per esperienza personale in un acquario con piante e senza co2 e poi con pietre calcaree il ph tende ad essere alto....poi se ci metti anche un kh basso non è neanche stabile...ora per quanto riguarda tutti i processi di carbonati che si dividono...IO non ne capisco un tubero!però quando ho fatto(cercato)di avere ph basso non ho mai usato rocce che sfriggono o fondi che pure sfriggono,ho usato co2 acqua d osmosi con sali per tenere regolati gh e kh e così facendo avevo ph stabili ed intorno hai 6,8.....per quanto riguarda le varie scomposizioni dei carbonati devi aspettare qualcuno preparato in materia.....
CERCO SOLO NEL MIO PICCOLO BAGAGLIO DI ESPERIENZE FATTE DI CONSIGLIARTI IL MIO METODO(DISCUTIBILISSIMO)MA SE CERCHI SPIEGAZIONI CHIMICHE NON LE SO
posts 195
iscritto il 5 mag 2010, 18:36
scrivo da Foglianise(BN)
ha cliccato "mi piace" 0 volte
ha ricevuto "mi piace" 0 volte

post del 10 giu 2010, 22:53
GiAnK345 ha scritto:già prima t avevo scritto che non sono un chimico,però per esperienza personale in un acquario con piante e senza co2 e poi con pietre calcaree il ph tende ad essere alto....poi se ci metti anche un kh basso non è neanche stabile...ora per quanto riguarda tutti i processi di carbonati che si dividono...IO non ne capisco un tubero!però quando ho fatto(cercato)di avere ph basso non ho mai usato rocce che sfriggono o fondi che pure sfriggono,ho usato co2 acqua d osmosi con sali per tenere regolati gh e kh e così facendo avevo ph stabili ed intorno hai 6,8.....per quanto riguarda le varie scomposizioni dei carbonati devi aspettare qualcuno preparato in materia.....
CERCO SOLO NEL MIO PICCOLO BAGAGLIO DI ESPERIENZE FATTE DI CONSIGLIARTI IL MIO METODO(DISCUTIBILISSIMO)MA SE CERCHI SPIEGAZIONI CHIMICHE NON LE SO


Mi fido ciecamente di quello che mi dici GiAnK345 :)
Spero che qualche "chimico" mi dica come capirci qualcosa.
Grazie ancora.
Immagine
Alessandro :D
posts 27
iscritto il 27 mar 2010, 15:36
scrivo da Nato a Priverno(LT), esportato a Milano
ha cliccato "mi piace" 0 volte
ha ricevuto "mi piace" 0 volte

post del 11 giu 2010, 0:15
Prima ho detto una cavolata...le pietre calcare possono far aumentare il Kh rilasciando carbonati. : Sig :

Però Non capisco

Usi pietra calcarea e il Kh ti rimane stabile?
1° dkH = 21.8 mg/litro di HCO3-, aumentando i carbonati aumenta anche il Kh

Inoltre faccio presente che per effetto della pressione, anche in acqua di osmosi c'è sempre presenza di co2, la quale tende a tenere basso il PH.

Poi per effetto fisiologico il valore di Ph ritorna a salire e si stabilizza sempre sui 7 - 7,5

Unico modo per stabilizzare a valori più bassi il Ph è di immettere CO2.
posts 21
iscritto il 10 mag 2010, 20:26
ha cliccato "mi piace" 0 volte
ha ricevuto "mi piace" 0 volte

post del 11 giu 2010, 0:50
gennariello73 ha scritto:Prima ho detto una cavolata...le pietre calcare possono far aumentare il Kh rilasciando carbonati. : Sig :

Però Non capisco

Usi pietra calcarea e il Kh ti rimane stabile?
1° dkH = 21.8 mg/litro di HCO3-, aumentando i carbonati aumenta anche il Kh

Inoltre faccio presente che per effetto della pressione, anche in acqua di osmosi c'è sempre presenza di co2, la quale tende a tenere basso il PH.

Poi per effetto fisiologico il valore di Ph ritorna a salire e si stabilizza sempre sui 7 - 7,5

Unico modo per stabilizzare a valori più bassi il Ph è di immettere CO2.


Quindi in presenza di un kh stabile non è un problema delle pietre, giusto? Che da logica mi sembra anche corretto.
Magari invece di alzare il kh rilasciano qualche altra cosa che alza il ph... continua ad essere un mistero misterioso.
Il test del ph è buono, non è scaduto. Ho fatto una prova con un altro test (altra marca) e mi da stesso valore.
Immagine
Alessandro :D
posts 27
iscritto il 27 mar 2010, 15:36
scrivo da Nato a Priverno(LT), esportato a Milano
ha cliccato "mi piace" 0 volte
ha ricevuto "mi piace" 0 volte

post del 11 giu 2010, 2:12
Ciao,

non credo che il tuo problema sia legato a rocce calcariche e, dal basso dei miei (oramai lontani) studi di chimica mi ci provo a spiegare.

Premetto, e mi permetto, di ricordare che è più importante avere valori STABILI anche se un po' sballati piuttosto che avere i valori perfetti ma ballerini e da correggere in continuazione; questa è una cosa, per me, essenziale. : Chessygrin :

Detto questo riepilogo un paio di concetti probabilmente noti, ma è solo per capirci. : Wink :

  • il pH misura quanto l'acqua è acida, in acqua RO può variare anche di parecchio con un niente, ad esempio facendo prendere aria alla tanica o versando l'acqua nel secchio piuttosto che pompandola direttamente dalla tanica
  • il KH misura il quantitativo dei carbonati. I carbonati sono importanti perché smorzano, "ammortizzano" le fluttuazioni del pH (che ci sono ed è corretto che ci siano) cioè assorbono le piccole variazioni di acidità. Attenzione che "KH basso" non vuol dire un "pH ballerino", vuol dire "sistema più delicato" : Chessygrin :
  • il GH misura quanto Calcio (no i mondiali, quello dei Kinder cioccolato) c'è in acqua.
  • la CO2 è la CO2 (fotosintesi, respirazione, ecc) : Wink :

Il pH, il KH, la CO2 e l'acqua sono legati fra di loro da questa relazione
CO2 + acqua <-> acido + carbonati

che, come tutte le brave relazioni, raggiunge un equilibrio o almeno ci prova. : Smile :

Se aggiungo acido all'acqua questo reagisce con il carbonato e diventa acqua e CO2 che si disperde nell'aria: i carbonati stabilizzano il pH. Chiaramente se butto troppo acido potrei finire la scorta di carbonati ed avere un picco nel pH, quindi le vasche con KH alto possono assorbire più acido di quelle con KH basso.

Le pietre calcaree sono fatte di Carbonato di Calcio, che tradotto in "acquariese" vuol dire che sono KH e GH allo stato solido. Quando una pietra calcarea trova dell'acido se lo mangia (aumenta il pH), si scioglie e diventa "aumento del GH" e "aumento del KH".

L'aggiunta di CO2 invece sposta l'equilibrio precedente verso destra cioè aumenta l'acidità (si abbassa il pH) e aumenta i carbonati (aumenta ma in realtà stabilizza il KH).

Tornando al tuo caso se fossero pietre calcaree avresti un aumento del KH, del GH e del pH. Prova ad alzare il KH col prossimo cambio e a vedere se la situazione migliora. Ricordati che variazioni del pH nell'arco della giornata sono normali.

Quoto GiAnK345 quando ti dice che
GiAnK345 ha scritto:per esperienza personale in un acquario con piante e senza co2 ... il ph tende ad essere alto

GiAnK345 ha scritto:co2 acqua d osmosi con sali per tenere regolati gh e kh e così facendo avevo ph stabili ed intorno hai 6,8


Scusate il post eterno : Lol :
Pierre
-------------------------------------------
http://acquariodipierre.wordpress.com/

La gente vede la follia nella mia colorata vivacità e non riesce a vedere la pazzia nella loro noiosa normalità!
- Il Cappellaio Matto - Alice In Wonderland
posts 74
iscritto il 1 feb 2010, 15:48
scrivo da Mestre - Venezia
ha cliccato "mi piace" 0 volte
ha ricevuto "mi piace" 0 volte

post del 11 giu 2010, 8:42
il problema delle pietre calcaree e che con un ph acido si sciolgono rilasciando carbonati e facendo alzare di nuovo il ph per questo in vasche dove si vuole tenere un ph acido sono sconsigliate,invece in vasche dove il ph e alcalino le pietre non si sciolgono e non rilasciano niente tenendo il ph stabile,percio se avete pietre calcaree in vasca non avrete mai un ph acido ma che sara sempre ballerino se tenterete di abbassarlo. : Sailor :
(ultima modifica di rino9 il 11 giu 2010, 10:15, modificato 1 volta in totale)
rino

socio fondatore A.I.CAR. n°7
posts 4969
iscritto il 23 nov 2008, 0:24
scrivo da salerno
ha cliccato "mi piace" 1 volta
ha ricevuto "mi piace" 172 volte

post del 11 giu 2010, 10:11
Io nella vasca da 10 Lt dove ho red e black crystal ho un Kh 5 - 6, somministro co2 fai da te (sistema gel), e mantengo un Ph stabile sui 7.

Sicuramente durante la giornata ho delle vaiazoni, tenendo conto che ho piante le quali alternano il consumo di CO2 in base la fotoperiodo.

Infine direi di non avere questa ossessione maniacale nel controllare il PH 5 volte al giorno : Eeek :

Io nel cubo da 10 Lt e nella vasca da 100 faccio controlli ogni 15gg, fauna e flora stanno un amore.

a parte monitorare gli NO2 fino ad oggi nel 10 Lt.
posts 21
iscritto il 10 mag 2010, 20:26
ha cliccato "mi piace" 0 volte
ha ricevuto "mi piace" 0 volte

post del 11 giu 2010, 13:21
non mi leggo tutto il topic perche' avete scritto UNO SVARIO di roba ...

io abbasserei tagliando con acqua RO senza aggiunta di sali ...


se e' stato detto mi scuso ... ma proprio non mi andava di leggere tutto ... : Chessygrin : : Chessygrin : : Chessygrin :
posts 82
iscritto il 22 gen 2010, 13:25
scrivo da Roma
ha cliccato "mi piace" 0 volte
ha ricevuto "mi piace" 0 volte

 
 
 
torna alla sezione La Vascapagina 2 di 21, 2
 

Copyright © 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014 Caridine.it
Tutte le immagini, i nomi, i loghi e i marchi utilizzati in questo sito sono Copyright e TM dei rispettivi proprietari.
Caridine.it - http://www.caridine.it - non e' legato in alcun modo con aziende e/o organizzazioni.
Questo sito web non rappresenta una testata giornalistica perche' viene aggiornato senza alcuna periodicita' fissa.
Non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.