Inizio caridinaio - post di pegi del 18 ott 2017, 14:34
dimensioni Caridinaio...delucidazioni - post di satriani90 del 18 ott 2017, 10:21
Otocinclus con Red Cherry - post di lilyth1 del 17 ott 2017, 13:20
Obiettivo: caridinaio - post di satriani90 del 16 ott 2017, 07:52
dosaggio Shrimplab NeoCaridina GH/KH+ Minerals - post di satriani90 del 14 ott 2017, 18:16
Info allevamento cantonensis - post di satriani90 del 10 ott 2017, 15:09
Riconoscimento e selezione - post di satriani90 del 07 ott 2017, 08:26
Cambarellus patzcuarensis blu - post di stefano1795 del 07 ott 2017, 02:14
È una planaria? - post di minimo87 del 04 ott 2017, 22:22
consiglio schermatura filtro - post di satriani90 del 04 ott 2017, 18:04
La Guida Tascabile di Caridine.it - 4° edizione - post di andrigo del 01 ott 2017, 22:45
Sera salt mineral con caridine - post di satriani90 del 25 set 2017, 18:47
Caridinaio avviato ma senza muschio AIUTATEMII - post di satriani90 del 16 set 2017, 17:08
Aiuto Riconoscimento - post di satriani90 del 15 set 2017, 08:15
Red cherry: uova non si schiudono - post di satriani90 del 14 set 2017, 14:01
Nuovo fondo e caridine - post di satriani90 del 13 set 2017, 16:04
Sulawesian Rock - post di marcello del 13 set 2017, 11:30
Sbagliando si impara...o no? - post di ErVito del 13 set 2017, 09:19
Dove sono le mie caridine? - post di satriani90 del 11 set 2017, 12:58

La "ruggine" e le Caridine

scritto da Giovanni Paoletti (aka snakedf) il 29 ottobre 2012

Tornato dalla fiera di Cesena (leggi il reportage) ho deciso di risistemare e dividere tutte le caridine. Quindi sono andato a togliere alcuni scarti dalla vasca delle CRS e le ho inserite in una vasca arredata circa 2-3 mesi fa. Dopo circa 5-6 giorni ho notato il manifestarsi della famosa e poco conosciuta “ruggine”.
Inizialmente ero un po' allarmato, ma poi ho deciso che anche mi fosse andata male e avessi perso tutti i miei gamberetti avrei voluto cercare di capire meglio come combatterla. Ho effettuato vari test per capire meglio come combatterla sperando che potesse essere utile a tutta la community di Caridine.it.

Alcuni gamberi erano già ad uno stadio avanzato della malattia ed erano coperti sulla prima banda del carapace almeno al 50-60 % .

ATTENZIONE! Non allarmatevi e evitate di fare ricerche su internet su “ruggine” e “Black Spot”, questo non farà altro che aumentare la vostra preoccupazione senza darvi metodi efficaci per combatterla!!!

Come si presenta

La ruggine o in inglese "Black Spot" si manifesta sui nostri gamberi con dei piccoli puntini neri sul corpo. Nel mio caso sono state colpite le sezioni rosse del gambero stesso (CRS). La ruggine può colpire tutti i nostri gamberi di acqua dolce Japonica e Camberellus compresi.

Questa malattia è molto poco conosciuta ed è causata da funghi o parassiti che attaccano il corpo del gambero, inizialmente in piccoli “spot neri” (puntini neri) e successivamente espandendosi fino a creare vere e proprie ulcerazioni, portando così alla morte del gambero stesso.

La malattia è molto contagiosa e causa nei gamberi un elevato stress potreste quindi avere animali che rifiutano il cibo. Purtroppo la ruggine potrebbe distruggervi l’intera colonia nel giro di pochi giorni se non curata efficacemente, quindi è basilare verificare lo stato di avanzamento della malattia.








Da cosa scaturisce la malattia?

Per quel poco che si conosce la ruggine come anche molte altre malattie batteriche che colpiscono i nostri gamberetti sono scaturite dalla scarsa pulizia della vasca, ad un flusso non idonee dei filtri e a picchi di NO3. La ruggine inoltre può essere portata inserendo animali precedentemente contagiati o animali portatori sani della malattia. Ripeto vista la scarsa quantità di informazioni in rete il tutto è da prendere con le pinze.


Guida nella Guida

Vi consiglio quindi di dividere gli animali più colpiti e quelli meno colpiti dalla ruggine cercando di verificare quelli che non mangiano il cibo in pezzi e quelli che nonostante la malattia hanno ancora appetito.
Per le caridine con le uova cercate di aumentare il termoriscaldatore intorno ai 25-26 gradi per accelerare il loro ciclo biologico, farle partorire vuol dire diminuire il loro stress. Eliminare le possibili mute e i le caridine morte a causa della ruggine.


Trattamento naturale 1
(gamberi malati di ruggine con spot su circa il 20% curati in circa 4-5 giorni)

Visto che non volevo distruggere l'ecosistema della vasca utilizzando fungicidi o altro ho deciso di provare e trovare un rimedio naturale.

Cosa vi serve:

- Catappa
- Batteri e/o in polvere vivi o dormienti
- Biocondizionatore
- Mangimi o liquidi che aumentano il sistema immunitario (personalmente ho usato mangimi Borneo Wild Grow e Multipara e Ebi Gold Yasu)
- Aglio
- Aloe vera pura

AVVERTENZE: In caso riscontrate questa malattia è veramente importante non contaminare altre vasche! Evitate quindi spostamenti e create una sorta di quarantena sulla vasca colpita. Evitate inoltre di usare oggetti sulle solite vasche (retini, secchi,tubi ecc.) se non potete farne a meno bollite ogni elemento o risciacquate con acqua calda per almeno 1 minuto. Lavatevi sempre le mani con acqua calda e prestate molta attenzione, se la malattia dovesse colpire molte vasche sarebbe difficile risolvere il problema limitandone i danni.


Procedura passo passo

- Smuovere molto la superficie del fondo ed eliminare tutti gli arredi, piante comprese.

- Svuotare di 80% la vasca, cercando di aspirare la maggior quantità di sporco che avete alzato smuovendo il fondo (non aspirate dal fondo sennò rischierete di eliminare anche la flora batterica rimasta).

- Pulire tutte le spugne o filtri nell'acqua che avete tolto.

- Inserire acqua con gli stessi identici valori (questa fase è molto importante: i gamberi sono malati e il loro livello di stress è molto alto; se inserirete acqua con valori non identici a quella precedente rischierete di dare loro il colpo di grazia).

- Inserire batteri vivi e flora batterica in grosse quantità anche il doppio della dose consigliata (io personalmente ho utilizzato una boccetta di Biodigest, batteri in polvere ADA e start filter della sera).

- Inserire una buona quantità di biocondizionatore (io ho utilizzato il classico Sera).

- Inserire aloe vera pura le sue proprietà sono molteplici (per indicazioni sull’aloe vera consultare l'appendice).

- Inserire le foglie di Catappa dietro alle spugne del filtro.

- Aumentare l'uscita dell'areatore per ottimizzare il flusso.

- Alimentare le caridine a base di aglio e alimenti che aumentano il sistema immunitario (aloe vera in pezzi e/o usare liquidi appositi (per indicazioni sull’aglio vedere sotto).

- Aggiungere batteri tutti i successivi giorni e il biocondizionatore.

- Continuare ad alimentare come sopra.

- Effettuare un cambio dell'80% dopo circa 2 giorni e reinserire acqua con valori uguali (vedi sopra).

- In questo modo in circa 4-5 giorni la ruggine sarà eliminata senza avere perdite.


Trattamento medicinale 1 - JBL Furanol
(gamberi malati di ruggine con spot su circa il 30-40% del corpo curati in 5-10 giorni)




COSA VI SERVE: JBL Furanol o Furanol 2. Entrambi sono medicinali non commercializzati in Italia ed entrambi banditi dall’UE perché considerate droghe o basi su cui sintetizzare le droghe. Provate quindi a cercare su internet e magari acquistarlo anche se non avete mai avuto nessun problema in vasca. Il medicinale ha una lunga conservazione e costa circa 15 € (il mio ha scadenza 2014 e l’ho acquistato circa 1 anno fa).

ATTENZIONE! Questo medicinale distrugge totalmente la flora batterica non consiglio quindi di utilizzarlo direttamente in vasca. Io ho utilizzato dei cestelli di plastica da circa 1,5 litri riempiti con la stessa acqua della vasca colpita e una porosa attaccata ad un areatore per permettere l’ossigenazione ed il movimento dell’acqua.

- Inserire 1/4 tab in circa 1,5 litri.

- Alimentazione a base di aglio, papaya o aloe vera (per indicazioni sull’aglio vedere sotto).


Trattamento medicinale 2 - Dajana Acriflavin
(gamberi malati di ruggine con spot su circa il 50-60% del corpo curati in 5-10 giorni)




COSA SERVE: 1ml scarso su 1.5 litri; questo medicinale non so se è commercializzato ancora in Italia, io l’ho acquistato circa 1 anno fa per combattere l’ictio ed è davvero ottimo per questo ho deciso di testarlo per vedere cosa riusciva a fare. E’ un colorante ed è utilizzato anche per la colorazione dei vestiti quindi attenzione a non macchiarvi!

Alimentazione a base di aglio, papaya o aloe vera (per indicazioni sull’aglio ecc. vedere l'appendice).

ATTENZIONE! Questo medicinale distrugge totalmente la flora batterica non consiglio quindi di utilizzarlo direttamente in vasca. Io ho utilizzato dei cestelli di plastica da circa 1,5 litri riempiti con la stessa acqua della vasca colpita e una porosa attaccata ad un areatore per permettere l’ossigenazione ed il movimento dell’acqua.


Trattamento medicinale 3 - JBL Fungol
(gamberi malati di ruggine con spot su circa il 30-40% del corpo NON CURATI dopo 7 giorni)




Il medicinale JBL Fungol è commercializzato anche in Italia ma non riesce a curare la malattia quindi evitate spese inutili (io lo avevo in casa perché ci avevo curato una micosi sui ciclidi).

ATTENZIONE! Questo medicinale distrugge totalmente la flora batterica non consiglio quindi di utilizzarlo direttamente in vasca. Io ho utilizzato dei cestelli di plastica da circa 1,5 litri riempiti con la stessa acqua della vasca colpita e una porosa attaccata ad un areatore per permettere l’ossigenazione ed il movimento dell’acqua.


Appendice

L’Aloe vera è una pianta grassa che predilige ambienti caldi e secchi e può essere allevata anche in casa, terrazza o giardino. Le piante le potete trovare a circa 15-20 € mentre l’aloe vera pura un litro costa circa 15-20 €.
Le sue proprietà sono molteplici (potere disintossicante, stimola e potenzia il sistema immunitario, antinfiammatorio, antisettico, antibiotico, analgesico, anestetico, purgativo, rigenera i tessuti, germicida, fungicida, tranquillante e pertanto ottimo come antistress, digestivo ecc.) lo potete trovare anche diluito in biocondizionatori tipo JBL BIOTOPOL.

Potete anche utilizzare foglie di aloe vera, tagliatela al centro e praticate dei tagli sul cuore della foglia che assomiglia molto ad una sostanza gelatinosa, da questi tagli uscirà una sostanza liquida che potete mettere in una bottiglia e conservare nel surgelatore.

Utilizzate circa 1 ml ogni litro è ottimo anche per prevenire e/o curare malattie come questa. Il liquido potrebbe rendere l’acqua di un colore bianco opaco per qualche ora.






L’Aglio ammazza i vampiri e cura le Caridine! E’ una pianta bulbosa che ha notevoli proprietà mediche le più importanti sono quelle di essere un antiaggregante piastrinica, antibatterico, antifungino e immunostimolante.

ATTENZIONE! in commercio in questo periodo si trovano agli che provengono dalla Cina e paesi asiatici, EVITATELI come la peste! Li potete riconoscere perchè sono molto grossi e hanno colorazioni del cuore differenti dall'aglio nostrano (il cinese è rosa mentre il nostro verde o bianco).

Utilizzate l’aglio come mangime semplicemente sbucciandolo e tagliandolo a fettine sottilissime.







E sotto potete vedere le caridine sane che fanno baldoria mangiandosi l’aglio!!!






Un saluto da Giovanni "snakedf" Paoletti.



__________________________________________


Testo e foto di Giovanni Paoletti (aka snakedf).
Per contattare l'autore di quest'articolo clicca qui.
Per domande, curiosità e altro visitate questo topic.


© Caridine.it

Copyright © 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016 Caridine.it
Tutte le immagini, i nomi, i loghi e i marchi utilizzati in questo sito sono Copyright e TM dei rispettivi proprietari.
Caridine.it - http://www.caridine.it - non e' legato in alcun modo con aziende e/o organizzazioni.
Questo sito web non rappresenta una testata giornalistica perche' viene aggiornato senza alcuna periodicita' fissa.
Non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.