Inizio caridinaio - post di satriani90 del 21 ott 2017, 08:43
Osmosi e sali? - post di satriani90 del 19 ott 2017, 07:39
dimensioni Caridinaio...delucidazioni - post di satriani90 del 18 ott 2017, 10:21
Otocinclus con Red Cherry - post di lilyth1 del 17 ott 2017, 13:20
Obiettivo: caridinaio - post di satriani90 del 16 ott 2017, 07:52
dosaggio Shrimplab NeoCaridina GH/KH+ Minerals - post di satriani90 del 14 ott 2017, 18:16
Info allevamento cantonensis - post di satriani90 del 10 ott 2017, 15:09
Riconoscimento e selezione - post di satriani90 del 07 ott 2017, 08:26
Cambarellus patzcuarensis blu - post di stefano1795 del 07 ott 2017, 02:14
È una planaria? - post di minimo87 del 04 ott 2017, 22:22
consiglio schermatura filtro - post di satriani90 del 04 ott 2017, 18:04
La Guida Tascabile di Caridine.it - 4° edizione - post di andrigo del 01 ott 2017, 22:45
Sera salt mineral con caridine - post di satriani90 del 25 set 2017, 18:47
Caridinaio avviato ma senza muschio AIUTATEMII - post di satriani90 del 16 set 2017, 17:08
Aiuto Riconoscimento - post di satriani90 del 15 set 2017, 08:15
Red cherry: uova non si schiudono - post di satriani90 del 14 set 2017, 14:01
Nuovo fondo e caridine - post di satriani90 del 13 set 2017, 16:04
Sulawesian Rock - post di marcello del 13 set 2017, 11:30
Sbagliando si impara...o no? - post di ErVito del 13 set 2017, 09:19

L'allestimento del Caridinaio

scritto da Caridine.it il 29 agosto 2008

Di seguito troverete i nostri consigli per allestire un caridinaio: consigliamo, oltre alla lettura di quest'articolo, di consultare le schede relative ai Caridinai allestiti dagli utenti del nostro Forum (cliccate sul menu a destra).

Fondo | Caridine e Neocaridine hanno l'abitudine di rovistare il fondo alla ricerca di cibo e per questo motivo si consiglia di evitare substrati fertili ricchi di sostanze che per i gamberetti possono essere nocivi. Al limite, se si vuole piante molto esigenti, si consiglia di usare substrati fertili come Akadama, New Amazzonia (ADA) o Ebi Gold for Shrimps (in ogni caso si consiglia di sciacquare il substrato scelto per eliminare il grosso delle polveri presenti, potenzialmente dannose per i gamberetti): per approfondire l'argomento leggi quest'articolo. Inoltre si consiglia di far maturare molto bene la vasca (anche per un paio di mesi) prima di inserire qualunque esemplare di gamberetto in modo da evitare pericoli. Se non si vogliono correre rischi invece si consiglia di inserire materiale inerte come ghiaia o sabbia (lavata accuratamente) con colori che fanno risaltare i nostri amati gamberi. Infine la nostra scelta può cadere anche su foglie secche: quercia e/o ketapang.

Piante | L'indole "rovistatrice" di Caridine e Neocaridine può essere assecondata inserendo nelle vasche muschi di ogni genere. Infatti grazie alla loro forma e consistenza sono l'ideale per i gamberetti, che non si stancheranno mai di cercare tra le piccolissime foglie cibo e altri organismi utili all'alimentazione. Inoltre i muschi sono un ottimo nascondiglio per i piccoli, che oltre a nascondersi, si ciberanno anche dei microorganismi presenti sui talli dei muschi. Inoltre, se non si vuole usare solo muschio, si possono inserire piante come Anubias, Ceratophillum, Cryptocorine, Microsorium etc. Personalmente nelle mie vasche ho usato anche altre piante senza alcun problema: Rotola Rotundifolia, Rotola Green, Pogostemon Helferi, Heteranthera zosterifolia ed Hemianthus callitrichoides (piantato nell'acquario delle Red Cherry che, "pascolando" sopra il fitto tappeto creatosi, creano un bellissimo contrasto tra il loro rosso e il verde della bella e maledetta "calli").

Pietre e Legni | Sono molto utili in quanto, oltre a dare un pò di naturalezza alle nostre vasche, possono essere fonte di cibo sottoforma di microrganismi (ad esempio i legni possono rilasciare importanti acidi umici). Inoltre possono essere impiegati come "sostegno" per muschi (e altre piante epifite come Anubias e Microsorium).

Anidride Carbonica (o CO2) | Necessario in allestimenti con piante che ne hanno bisogno, è molto utile anche per abbassare o alzare il pH in caso di necessità e portarlo vicino alla neutralità (naturalmente un uso spropositato può causare problemi!). Quindi, se non si ha necessità di CO2, si consiglia di evitare l'uso, soprattutto per evitare sbalzi di valori, dannosi per qualsiasi specie.

Illuminazione | I nostri amati gamberi non sopportano illuminazioni intense ma si adattano a wattaggi "medio - alti" (diciamo fino al rapporto 0,7 watt/litro). Tuttavia le luci devono essere scelte in base alle esigenze delle piante usate nell'allestimento: si consiglia, come detto, di non esagerare con la potenza (e di conseguenza scegliere piante non troppo esigenti sia per la luce che per la fertilizzazione) e di scegliere temperature di colore (espresse in gradi Kelvin dai costruttori) che risaltino i colori dei gamberetti.


© Caridine.it

Copyright © 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016 Caridine.it
Tutte le immagini, i nomi, i loghi e i marchi utilizzati in questo sito sono Copyright e TM dei rispettivi proprietari.
Caridine.it - http://www.caridine.it - non e' legato in alcun modo con aziende e/o organizzazioni.
Questo sito web non rappresenta una testata giornalistica perche' viene aggiornato senza alcuna periodicita' fissa.
Non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.