Nuovo acquario - post di Moreno del 17 ago 2017, 23:21
Impianto forwater dopo aquili ma stessi valori :-( - post di Moreno del 17 ago 2017, 23:01
Sbagliando si impara...o no? - post di Moreno del 17 ago 2017, 21:34
90x45x45 con red cherry; sweglesi si o no? - post di -ale- del 09 ago 2017, 22:12
Piante di Ontano Pignette - post di Koreano del 06 ago 2017, 09:36
Domanda su decessi Crystal Red - post di stefano1795 del 05 ago 2017, 18:40
rendo shrimp - post di satriani90 del 01 ago 2017, 14:44
CARIDINAIO DA ZERO - post di Banzaiii del 30 lug 2017, 20:51
Consiglio convivenza caridine - post di stefano1795 del 28 lug 2017, 14:39
caridina japonica che non depone le uova - post di satriani90 del 27 lug 2017, 12:04
Vaso... vediamo cosa ne esce... - post di Igua del 07 lug 2017, 11:27
Valori acqua con sali Salty Shrimps Mineral GH/KH+ - post di satriani90 del 07 lug 2017, 08:32
Piccola guida sulle malattie - post di squalo86 del 06 lug 2017, 22:45
La Guida Tascabile di Caridine.it - 4° edizione - post di LaPergue01 del 03 lug 2017, 14:03
Impianto forwater dopo aquili ma stessi risultati pessimi :- - post di satriani90 del 28 giu 2017, 08:08
Red cherry muoiono con valori dell'acqua giusti - post di satriani90 del 22 giu 2017, 15:24
Red cherry e Babaulti Green - post di Monettamid del 11 giu 2017, 11:32
Test e valori: piccola guida - post di satriani90 del 10 giu 2017, 15:29
Caridine verdi e red cherry - post di Monettamid del 10 giu 2017, 14:34

Allevare le Dennerli - Introduzione

scritto da Emanuele Calandra (aka scimmietti) il 01 ottobre 2010



Salve Appassionati. Mi preme subito chiarire che questo articolo non vuole essere un manuale di allevamento o che le tecniche e i metodi da me utilizzati e descritti in esso debbano essere visti come la guida definitiva da applicare passo passo.

Anche perché sono del parere che come in ogni buon percorso anche nel campo dell’acquariofilia si possano seguire varie strade più o meno valide ed arrivare comunque ad una giusta destinazione.

Creata con l’intenzione di far conoscere e comprendere meglio questi crostacei molto resistenti e dalla naturale pigmentazione e livrea (non frutto di selezione umana come invece accaduto in caridine come Crystal, Tiger, Red cherry, ecc. ) andiamo un po’ ad approcciarci a questa specie con lo scopo di capirne le esigenze basilari e successivamente creare un ambiente salutare dove poterne portare avanti un’intera colonia.

Quando si parla di C. Dennerli si parla spesso di esemplari wild in quanto gli esemplari di questa specie reperibili in commercio (in particolar modo in Italia), nella gran maggioranza dei casi, proviene direttamente dal biotopo naturale e non da allevamenti dedicati. Quindi con molta probabilità, a parte qualche eccezione, gli esemplari di C. Dennerli che troverete in vendita nei negozi e in rete saranno esemplari prelevati direttamente in natura e non di cattività.

Questo deve far capire come sia di fondamentale importanza ricreare nel modo più fedele possibile il biotopo naturale. Nasce così l’esigenza di studiare attentamente il luogo dove questa specie vive in natura per poter cosi capirne le esigenze primarie. Essenzialmente a noi acquariofili, che ci accingiamo nell’allestire vasche per il loro allevamento, interessa in primis avere informazioni sull’ambiente fisico e sui valori dell’acqua, entrambi da riprodurre poi in vasca per permettere il miglior adattamento della specie in cattività.


Sitografia

Figura 1: http://www.dennerle.de/


Provenienza >



__________________________________________


Testo di Emanuele Calandra (aka scimmietti).
Per contattare l'autore di quest'articolo clicca qui.


© Caridine.it

Copyright © 2008, 2009, 2010, 2011, 2012, 2013, 2014, 2015, 2016 Caridine.it
Tutte le immagini, i nomi, i loghi e i marchi utilizzati in questo sito sono Copyright e TM dei rispettivi proprietari.
Caridine.it - http://www.caridine.it - non e' legato in alcun modo con aziende e/o organizzazioni.
Questo sito web non rappresenta una testata giornalistica perche' viene aggiornato senza alcuna periodicita' fissa.
Non puo' quindi considerarsi un prodotto editoriale ai sensi della legge n. 62 del 7.03.2001.